VIDEOGUIDA ALL'ACQUISTO

1 - Cialda CARTA FILTRO 44 mm

Sottocategorie

  • 1 - Cialda Carta Filtro Caffé To.Da
    <p><span style="color: #552c0c; font-family: Oxygen, sans-serif; font-size: 13px; letter-spacing: 0.5px;">La TO.DA. Caffè S.r.l. è una azienda che opera nel settore della lavorazione – torrefazione del Caffè dal 1994. L’azienda nasce come frutto della promettente idea di due amici, il Sig. Giuseppe Toscano e il Sig. Ignazio D’Anna, che animati da spirito imprenditoriale creano un prodotto di alta qualità da inserire nel mercato siciliano. Quell’idea imprenditoriale, sostenuta dal fervore del mercato si è trasformata nell’odierna realtà della TO.DA. Caffè S.r.l., un’azienda dinamica ed in continua espansione che produce, lavora e commercializza i suoi prodotti della torrefazione su larga scala, garantendo la presenza del suo marchio nel mercato nazionale e internazionale.</span></p>
  • 2 - Cialda Caffé Filtro Caffé Borbone
    <p class="MsoNoSpacing">Per capire a fondo chi è Caffè Borbone facciamo un viaggio nel tempo e torniamo alla Napoli della seconda metà del ‘700, quella che era la prima città d’Italia, la seconda in Europa e la quinta nel mondo; la prima al mondo ad avere l’acqua corrente nelle case e il sistema fognario, insomma la Napoli del regno di Borbone. Ed è proprio in questo periodo storico che Napoli ha preso il caffè, arrivato già da tempo in città, e l’ha “fatto suo” contribuendo non solo a migliorarlo a livello qualitativo, ma rendendolo un simbolo della città riconosciuto a livello mondiale e un vero e proprio aggregatore sociale.</p> <p>In poco tempo le strade della città si sono riempite di “kaffehaus”, veri e propri centri culturali dell’800 tra i quali nacque il famoso Caffè Gambrinus che conserva ancora oggi il fascino della Napoli di un tempo.</p> <p> Ma che c’entra tutto questo con Caffè Borbone?</p> <p class="MsoNoSpacing">Molto più di quanto si pensi. Non è un caso che il nostro marchio riprenda il nome di una Napoli di altri tempi perché è proprio quella che vogliamo far rivivere a chi sceglie i nostri prodotti.</p> <p class="MsoNoSpacing">Bere una tazza di Caffè Borbone non è un semplice momento di relax, ma un viaggio sensoriale attraverso la tradizione napoletana e quello che rappresenta per i napoletani questa bevanda: un rito, nonchè  un momento di piacere.</p> <p class="MsoNoSpacing">A Napoli al caffè non si dice mai di no, e soprattutto a nessuno viene mai negato, non a caso è stata la prima città a introdurre il concetto di “caffè sospeso”.</p> <p class="MsoNoSpacing">Un incontro di lavoro, un pranzo o una cena, una chiacchierata tra amici in ogni momento sociale Napoli ha come filo conduttore il caffè.</p>
  • 3 - Cialda Carta Filtro Caffé Lavazza
    <p class="MsoNormal">Luigi Lavazza era un uomo pieno di spirito d’iniziativa, inventiva e passione per il proprio lavoro. Scoprì le diverse origini e le caratteristiche di questa pianta, il caffè, e studiò l’arte del blending per soddisfare i gusti dei clienti, creando le miscele.<o:p></o:p></p> <p class="MsoNormal">Anche grazie al suo viaggio in Brasile ha saputo vedere, in un’epoca di grandi cambiamenti, tutte le potenzialità della bevanda. I caffè Lavazza che beviamo oggi sono il risultato della sua idea di unire caffè provenienti da diverse parti del mondo.<o:p></o:p></p>
  • 4 - Cialda Carta Filtro Caffé Gioia
    <p class="MsoNormal" style="text-align: justify;"><span style="font-family: 'Calibri Light', 'sans-serif'; color: #000000;">La storia di Caffè Gioia affonda le radici nel secondo dopoguerra in una piccola cittadina della provincia di Salerno e precisamente nel 1949 ad Eboli, quando Domenico Gioia e sua moglie Wanda acquistarono da un italo-americano un negozio di coloniali nel centro della città in cui, oltre alla vendita di vari prodotti, si tostava nel retro bottega il caffè crudo e si creavano miscele per i soli clienti dell’emporio. Nel 1958 si passò alla macinatura e al confezionamento manuale del caffè all’interno dello stesso negozio e nel 1981 venne costituita la Caffè Domenico Gioia s.r.l. e venne registrato il marchio Caffè Gioia che ancora oggi (dopo un leggero restyling avvenuto sul finire degli anni ‘90) identifica l’intera gamma prodotti. La passione e la dedizione per questa attività sono rimaste inalterate nel tempo, favorendo la costante ricerca dell’innovazione tecnologica senza mai tralasciare la cura artigianale che ha da sempre contraddistinto l’azienda nella realizzazione di miscele di altissima qualità.</span></p> <p></p>
  • 5 - Cialda Carta Filtro Caffé Mokador
    <p>Da più di 40 anni Mokador a Faenza è sinonimo di caffè di alta qualità. Un caffè a regola d’arte, emblema dell’eccellenza italiana nel mondo</p> <p>Oggi è un’importante realtà nel mondo del caffè da bar e del monoporzionato, in cialda e in capsula, con un fatturato in crescita costante, un concreto e dinamico esempio di Made in Italy all’estero.</p> <p></p>
  • 6 - Cialda Carta Filtro Caffé Molinari
    <p class="MsoNormal"><o:p> </o:p></p> <p class="MsoNormal">Risale all’anno 1911 la nascita di un'attività direttamente correlata alla vendita del caffè. Proprio quell'anno, infatti, la famiglia decise di aprire il Bar Molinari in un locale in Via Emilia. A partire dal Secondo Dopoguerra, l'attività del bar venne affiancata alla tostatura del caffè, dapprima per soddisfare unicamente il fabbisogno del Bar Molinari, e in seguito per rifornire anche altri locali. Fu così che la ditta cambiò nome in "Caffe Molinari" e fu aperta una torrefazione autonoma, che aveva inizialmente sede nel centro storico, e che fu poi trasferita nel 1972 nella sede di via Fanti. La torrefazione crebbe gradualmente d'importanza, assumendo col passare degli anni una posizione sempre più prominente a livello commerciale e industriale sul mercato italiano. Di questo periodo di crescita commerciale data il logo dell'azienda, creato nel 1977. Nel 1991, l'azienda si aprì al mercato internazionale, cominciando a esportare in Grecia; a oggi, commercia in 60 Paesi del mondo, in tutti i continenti. Attualmente Caffè Molinari svolge la sua attività di torrefazione a Modena nella sede di via Francia, producendo oltre 11 tonnellate di caffè tostato al giorno, in 86 diverse miscele.<o:p></o:p></p>